La nostra pagina Facebook

CorpoGiochi®a Scuola

CorpoGiochi® a Scuola è un progetto educativo didattico ideato da Carolina Carlone e Monica Francia . Un metodo originale di educazione al movimento che, proposto ai bambini e ragazzi a scuola, dall’ultimo anno della Scuola dell’Infanzia sino alle Scuole Medie di Secondo Grado, e agli insegnanti coinvolti, da undici anni si realizza in diversi Istituti di Ravenna attraverso percorsi didattici e laboratori

CorpoGiochi® a Scuola coinvolge più discipline e più docenti, pone particolare attenzione alle emozioni dei ragazzi e al loro sviluppo armonico, favorisce la continuità fra diversi ordini di scuola e sviluppa un’idea di scuola olistica ed ecologica dell’educazione e della didattica, nella convinzione che alla base di qualsiasi relazione di apprendimento/insegnamento, vi sia una componente affettiva e relazionale che può influire sulla medesima, in modo positivo o negativo. I laboratori CorpoGiochi® utilizzano le competenze e gli stimoli provenienti dalle diverse discipline e dagli altri linguaggi artistici e sono collocati al centro di percorsi didattici annuali multidisciplinari. Prevedono inoltre approfondimenti e attività organizzati mediante l’adozione di uno sfondo integratore in grado di favorire relazione e flessibilità.

Il metodo riporta al centro del tempo scolastico di formazione il senso profondo dell’esperienza corporea creativa, accompagnando i bambini e i ragazzi al confronto autentico con la scoperta e la gestione delle proprie emozioni.

Ideato da Monica Francia, prodotto e distribuito dall’Associazione Cantieri, CorpoGiochi® ha la finalità di sperimentarsi in un ampio ed eterogeneo campione di realtà scolastiche ma anche di promuovere la realizzazione di percorsi interdisciplinari orientati allo star bene a Scuola e alla prevenzione del disagio nella scuola Primaria e Secondaria.

Per descrivere la valenza formativa di CorpoGiochi® a Scuola non basta mettere in risalto la peculiarità del progetto che propone l’utilizzo di strategie cooperative, laboratoriali e attive, nelle quali i linguaggi artistici hanno un ruolo formativo importante anche per veicolare contenuti differenti, dalla geografia alla letteratura, dalla geometria alla storia, creando una forte e significativa interdisciplinarietà.

Per spiegare la validità del percorso è necessario capire che laboratori CorpoGiochi® offrono a scuola un tempo ed uno spazio all’ascolto. Del proprio corpo. Di sé. Degli altri.

Per riconoscere le proprie emozioni e sperimentare il rispetto di quelle altrui.

Per imparare la distanza contro l’invasione, la concentrazione contro la dispersione, il silenzio contro ogni commento superficiale e non richiesto.

Per riconoscere e costruire la propria mappa emotiva e sentimentale.

Il metodo CorpoGiochi® sembra così delinearsi meglio per quello che è o per cui è nato: una sorta di antidoto all’analfabetismo emozionale, al caos virtuale e asettico, al messaggio veloce e incurante di sé e degli altri.

E poi è un esercizio duro e faticoso che, partendo dall’esplorazione dello spazio e di sé nello spazio, porta i bambini e i ragazzi a confrontarsi con gli altri e li allena a resistere.

Resistere alle provocazioni con la forza della concentrazione e dello sguardo che va al di là delle sofferenze che gli altri, più o meno consapevolmente, possono infliggerti durante l’infanzia e l’adolescenza.